10/12/2010

Bemis Center for Contemporary Arts

724 S 12th St   Omaha, NE 68102   http://www.bemiscenter.org/



12th annual art auction
http://bcartsales.org/auction.cfm?CC=Auction

The 12th Annual Art Auction and the accompanying six week exhibition is the Bemis Center's largest annual fund-raising event. The art auction features over 200 local, national and international artists and spans 4 galleries and over 10,000 square feet of gallery space. The event is a kaleidoscopic survey of contemporary art, drawing over 600 people to the auction event and is truly the most anticipated art event of the season.

Our Art Auction is centered around the core of the Bemis Center’s mission to support exceptional talent, with all auction proceeds invested back into the Bemis Center's international artist-in-residence program, thus completing a cyclical process of artists supporting artists.

Please join us in celebrating the continued vitality, beauty and risk-taking that art and artists bring to our lives.



Palazzo Fondazione Cominelli

Via Santabona, 9 – 25010 - Cisano di San Felice del Benaco

IN/Carne
“Emporio della corporeità residua”

Disegno e Grafica d’Arte
A cura di Edoardo Di Mauro

15 ottobre – 30 novembre 2010
INAUGURAZIONE 15 OTTOBRE ORE 18
Aperto dal venerdì alla domenica dalle 18.00 alle 22.00
Domenica mattina dalle 10.00 alle 13.00

Il progetto “In/Carne” si è prefisso un percorso di analisi pragmatica del problema del disegno come strumento espressivo autonomo e autodeterminato del fare artistico al di là della destianazione finale dell’oggetto veduto/venduto dall’artista figurativo. Questa esplorazione ci ha portati al foglio disegnato dall’autore. Nel luogo dove avviene. Se questo prodotto non-quadro-finito sia ancora una visione romantica non rientra nel progetto: la mostra intraprende un azzardato percorso che promette sviluppi sorprendenti.

Come dal testo critico di Edoardo Di Mauro edito nel catalogo “In/Carne”:

“Tra gli autori dotati di lunga storia personale Arcangelo propone delicati disegni a tecnica mista dove trapelano inquietanti ombre del passato, Alberto Balletti tratteggia un’immagine ancestrale che simboleggia l’alienante difficoltà comunicativa e relazionale dei nostri giorni, Omar Galliani è uno degli artisti italiani dotati di maggiore sensibilità nella pittura e nel disegno dove immagini di assoluta vicinanza al nostro vissuto quotidiano vengono filtrate in una dimensione onirica che ne accresce l’impatto emotivo, Giuliano Guatta con il tenue tocco delle matite tratteggia sagome e persone collocate in un contesto di stimolante atemporalità, Giordano Montorsi propone dei disegni a tecnica mista di grande forza ed in grado di dispiegare la loro potenza comunicativa anche nella piccola dimensione con un’iconografia simbolica dove prevale la circolarità tra alto e basso, luce ed oscurità, Sandra Moss dà nuova attualità all’antica estetica del sublime ricontestualizzandola al presente pur senza avvalersi di scorciatoie formali ad effetto ma prediligendo una visione organicista dell’esistente visto nell’essenzialità della sua origine archetipa. I numerosi giovani autori presenti in mostra, che ha anche una precisa valenza didattica tesa ad affermare l’attualità dell’insegnamento della pittura, del disegno e dell’incisione sottolineata da Balletti, Montorsi e Galliani, docenti presso l’Accademia di Venezia e di Carrara, dimostrano grande maturità professionale e non a caso molti di loro stanno intraprendendo delle promettenti carriere. In mostra ed in catalogo è possibile ammirare lavori di Cornelia Badelita, Elisa Bertaglia, Elena Bovo, Laura Cangelosi, Federica Casagrande, Cora Chiadevale, Lara Costa, Nebojsa Despotovic, Paolo Dolzan, Alessia Francescato, Dario Lanzetta, Raffaele Minotto, Federica Montesanto, Erica Negro, Miriam Pertegato, Jennifer Salvadori, Caterina Sbrana, Mattia Serra, Barbara Vianello”.



BAU al Mart
presentazione della rivista BAU in occasione della Giornata del Contemporaneo
Sabato 9 ottobre 2010, ore 17,30





Il Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, durante la sesta edizione della Giornata del Contemporaneo 2010, promossa da AMACI il prossimo 9 ottobre, presenterà il settimo numero della rivista BAU.
Si tratta di una rivista-contenitore d'artista, di cui il Mart conserva i primi sei numeri, molto attiva su temi approfonditi anche dal museo, come la poesia visiva e le ricerche verbo visuali. Il numero presentato al Mart contiene decine di multipli di altrettanti artisti, da Gianni Emilio Simonetti a Stelio Maria Martini, da Arrigo Lora-Totino a Maurizio Spatola.
Ospite dell’incontro sarà Paolo Della Grazia, uno dei più importanti collezionisti italiani, che ha depositato al Mart le opere dedicate alle ricerche verbovisuali. Luca Brocchini, Marco Maffei, Gianluca Cupisti e Antonino Bove, soci co-fondatori di BAU, affiancheranno nella presentazione lo studioso Saul Marcadent, che proporrà un intervento sulle rivista d’artista.


Ospiti del Mart anche numerosi artisti presenti in BAU, che si esibiranno in Sessanta secondi ma tutti primi, progetto collettivo coordinato da Vittore Baroni e Artifex Mumia: micro-performance di un minuto di Paolo Albani, Carlo Battisti, Veronica Bellei, Anna Boschi, Antonino Bove, Gianni Broi, Paolo Brunati Urani, Mauro Carrera, Bruno Cassaglia, Philip Corner, Jakob De Chirico, Adolfina De Stefani e Antonello Mantovani, Gabriella Di Trani, Paolo Dolzan, Annamaria Gelmi, Gumdesign, Tomaso Kemeny, Alessio Larocchi, Arrigo Lora-Totino, Ruggero Maggi e Kappa, Gianni Martini, Marco Mavilla e Stefano Turrini, Lamberto Pignotti, Gian Paolo Roffi e Francesco De Martino, Massimo Salvoni, Giovanni e Renata Strada, William Xerra.
BAU è un’associazione culturale senza fine di lucro fondata a Viareggio nel gennaio 2004. In ambito locale e mediante collaborazioni nazionali e internazionali, il progetto si propone come centro di incontro e aggregazione che coinvolge le più diverse discipline: pittura, scultura, fotografia, video, installazione, performance, teatro, narrativa, poesia, critica d’arte, fumetto, musica, ma anche ricerca scientifica, gastronomia ed altre attività non umanistiche.