10/04/2009

Galerie Altes Rathaus - Dolzan / Dorigatti


La dama e la sua ombra - DOLZAN / DORIGATTI

Galerie Altes Rathaus - Inzlingen (Germania)
dal 7 novembre al 12 dicembre 2009
Vernissage: sabato 7 novembre ore 18.00
Incontro con gli artisti: domenica 8 novembre ore 11.30
Galerie Altes Rathaus Dorfstr. 36 79594 Inzlingen

La mostra intitolata La dama e la sua ombra, concepita come doppia esposizione personale degli artisti italiani Paolo Dolzan e Piermario Dorigatti, presso la Galerie Altes Rathaus di Inzlingen, intende approfondire il rapporto esistente tra le attuali sperimentazioni pittoriche e il repertorio di immagini artistiche del passato. Un cammino a ritroso, questo, che elimina le classificazioni storiche, consegnandoci una definizione di arte che non può essere “moderna” e neppure “passata”, in quanto fenomeno di forze creatrici ataviche che scaturiscono in forma medesima dagli artisti, di ogni epoca e geografia. Il linguaggio pittorico va dunque interpretato, al di là degli storicismi e delle contestualizzazioni, come un tracciato piatto e consequenziale, percorribile nelle sue polarità equivalenti di sviluppo e di regressione.


Nelle tele di grande e medio formato, così come nel lavoro grafico, i rifacimenti di Dolzan dei capolavori del '600, cavati dal repertorio di Rembrandt, Rubens, Caravaggio, Van Dick, etc., testimoniano la volontà di gemellare i processi di ricerca pittorica presente e passata. La brutalità pittorica di questo giovane artista stravolge le fisionomie di questi spettri, acconciati con eleganza, luccicanti di armature e di gioielli; per assumere la forma di un esorcismo, necessario all'artista per abbattere i condizionamenti esterni alla pratica creativa, diversi dal sé, rappresentati prima dal gusto elitario della committenza e, oggi, dalla cultura di massa.


Le “ombre” dipinte di Piermario Dorigatti segnano i margini della prefigurazione, ma nell'esercizio pittorico riassumono volutamente le regole della realtà fisica e dunque i principi dell'arte come imitazione. La disintegrazione del mondo fisico ha lasciato dei residui sparpagliati sulle tele di questo artista, come le ombre delle persone incollate ai muri di Hiroshima, non permettono di rimuovere dalla memoria collettiva i ricordi di quegli orrori, così le ombre di Dorigatti affermano in maniera inedita le regole della tradizione.



Nessun commento: