7/15/2009

Arthur Cravan - poetaboxeur




E mentre allofago
nella luce del tuo amore,
i nostri panciotti si intrecciano,
Mio caro cavolfiore,
io inseguo la tua vasta vita,
e i tuoi colori,
e in un amalgama
di Jack Johnson, elefanti marini e guardaroba
i nostri stronzi brillano come seta inumidita
dall’acqua
fanculo-fanculo! Il battito
dei nostri pantaloni alla zuava
nell’ultimo
spasmo
addominale



Nessun commento: