2/26/2009

Lo sciopero virtuale



Dopo la guerra preventiva che esporta la democrazia, la pillola che cancella il ricordo delle canaglierie inflitte o subite , arriva anche lo sciopero virtuale*.

Il processo non manca di coerenza.

Quale forma più appropriata di protesta in una democrazia virtuale, infatti, se non uno sciopero virtuale?


Guerra è pace!
Libertà è schiavitù!
Ignoranza è forza!


E avanti con nuovi comandamenti di orwelliana memoria.



*ROMA - Sciopero "virtuale" (si proclama, ma si lavora ugualmente) per le categorie cosiddette "essenziali". La delega al governo prevede "l'istituto dello sciopero virtuale, che può essere reso obbligatorio per determinate categorie professionali le quali, per le peculiarità della prestazione lavorativa e delel specifiche mansioni, determinino o possano determinare, in caso di astensione dal lavoro, la concreta impossibilità di erogare il servizio principale ed essenziale". In sostanza, lo sciopero viene regolarmente proclamato, ma i lavoratori vanno regolarmente a lavorare per garantire il servizio ai cittadini.

5 commenti:

forsenonstotroppobene ha detto...

Si dichiara di aderire allo sciopero, si lavora ugualmente MA SENZA ESSERE RETRIBUITI!!! Assurdo. Le trovano tutte per non pagarti lo stipendio! Ma lo sciopero funziona proprio perché blocchi il servizio o la produzione!!! Non ho parole...

Donna Cannone ha detto...

Detto, fatto - Orwell miticamente ha previsto tutto - compreso il rimaneggiamento della storia.

Spero di incontrarlo nell'aldilà, un giorno...

Dolzan ha detto...

Eh già, "Nonstotroppobene"... ma non abbatterti perchè corrono voci che aumenteranno invece la razione quotidiana di cioccolato, portandola da 30gr a...20!

Anonimo ha detto...

indìco, no, indico, già, è meglio, meglio additare che indire. Tutti fermi, nessuna reazione.
Mi chiedo fino a quando potranno cagarci in testa e mi chiedo fino a quando diremo, beh, poteva andare peggio, bisogna essere "coscienziosi".
ECCO LA SOLUZIONE, BISOGNA INSORGERE DI NOTTE, POSSIBILMENTE SONNAMBULI.
scusate lo sfogo.
burdts

enzopenzo ha detto...

Mi sono adeguato alla nuova filosofia da quando ho ridefinito le mie scorregge aria condizionata. Si può considerare un upgrade, no?