11/18/2008

La memoria si cancella



Nel pomeriggio, con un amico si parlava e ci si interrogava sul futuro che ci aspetta... risultato: fai bene a fare ciò che fai, tanto meglio se lo pratichi. Oggi pensare è difficile, scrivere i tuoi pensieri lo è ancora di più, semplificare i tuoi rovelli carichi d'ansia nella prospettiva di un domani merdoso e ricondurli ad un pragmatismo è quasi impossibile... perché? Tutto è partito da un tema spinoso di attualità reclamato a grande richiesta durante un'ora di lezione, (giusto per farvi capire che i giovani d'oggi s'interrogano): le occupazioni universitarie sul versante scuola.
Ebbene, dopo aver parlato della schifosa riforma Gelmini è avanzato lo spazio per i manganelli sporchi di sangue dello schizofrenico /senza-litio/ Cossiga e per i complimenti del benemerito avanzo di galera e futuro golpista Licio Gelli al Cavalierstocaz...
E' avanzato anche lo spazio per parlare della candidatura di un nero alla Casa Bianca che deve ungere i nostri culi per infilarcela meglio, l' idea di un Nuovo Ordine Mondiale. Tutto segue un ordine logico, dopo gli schiaffoni di papà Bush arrivano le carezze di mamma Obama che offendono l'intelligenza di ogni uomo civile, quando il cambiamento stà semplicemente nel colore della pelle.
Tutto è come da programma.
Ho un rigurgito disgustoso ricordando la telecronaca delle recenti presidenziali U.S.A. : ascoltare gli interventi dell' ex presidente Ciampi, (un omino anonimo, eppure in questo caso con le idee precise), quando parla di un "nuovo ordine mondiale" che, auspica, sia la prima preoccupazione dell'americano. Parere condiviso dall' ex partigiano benemerito Napolitano, oppure dal socialista craxiano (oggi europarlamentare!!) De Michelis.

Che dire...ungiamoci preparando i nostri figli al microchip.







Nessun commento: